TCM

Silenzio! Parla la Signora Musica. Usare la musica nel lavoro coi bambini

Sento arrivare la classe in fondo al corridoio, oggi i bambini sono particolarmente eccitati perché sono l’unica prima di quattro ad essere presente a scuola, le altre sono passate alla didattica a distanza. Sono “i sopravvissuti” di una settimana piena di defezioni a causa della pandemia e per loro fare teatro è diventata una risorsa importante. Sta a me farli divertire e farli muovere, stimolando la loro fantasia.

Nei precedenti incontri ho avuto modo di costatare che il gruppo ha una buona capacità di ascolto musicale, così decido di delegare alla signora Musica – come la chiamiamo noi – il compito di contenere il fermento del gruppo. 

Invito i bambini a sdraiarsi, chiudere gli occhi e ascoltare un brano, intanto li osservo: qualcuno si riposa, altri si avvicinano ai compagni per bisbigliare qualcosa all’orecchio, altri ancora girano sul sedere come delle trottole o tengono il tempo con il corpo. 

Non tutti stanno ascoltando ma confido nella musica e nella forza del gruppo come guida per chi è più lento a comprendere gli esercizi o tende a distrarsi facilmente.

Fa parte del metodo TCM non giudicare ma limitarsi a osservare cosa succede.

Senza dare alcuna spiegazione inizio a muovermi seguendo la musica, sottolineando i momenti di pausa e di ripresa. I bambini ridono. Ma mettersi in gioco è una strategia fondamentale del Teatro Creativo e di Movimento TCM® per coinvolgere il gruppo.

Il brano proposto è breve e soltanto strumentale. Ha una costruzione semplice. Ripetuta tre volte che la classe coglie al volo: un andamento veloce che termina con due accenti forti intervallati da una pausa.

Quando ci sono delle regole come quelle proposte da uno schema fisso è più facile stimolare la fantasia, come la metrica nella poesia.

La musica in questo caso invita a immaginare un personaggio che si muove velocemente e poi si ferma.

Chi è questo personaggio? È un essere umano o un animale? È reale o inventato? Perché a un certo punto si ferma? Che cosa succede?

I bambini si sbizzarriscono nel trasformarsi in animali a quattro zampe o salterini, in uomini che hanno fretta di andare da qualche parte, che scappano perché inseguiti e così via. 

La musica è un canale creativo infinito, una casa accogliente per tutti, anche per i più timidi, che osservando gli altri si fanno coraggio e raccontano con il corpo ciò che immaginano. 

Ascoltiamo altre musiche creando storie sulle sue caratteristiche: un brano lento e poi veloce diventa una lumaca che si trasforma in una lepre o un signore che va all’aeroporto e corre perché hanno chiamato il suo volo. Ogni bambino inventa la sua storia e vuole mostrarla o raccontarla ai compagni. “Ancora, ancora!” L’ora è volata e la lezione giunge al termine ma la Signora Musica tornerà al prossimo incontro. 

La musica è uno dei linguaggi proposti dal Teatro Creativo e di Movimento TCM®.

Soprattutto con i più piccoli la musica comunica in modo diretto, senza dover dare troppe spiegazioni, invita a muovere il corpo spontaneamente, a esprimere emozioni e raccontare storie.

Se sei interessato ad approfondire il tema della musica nel lavoro coi bambini imparando ad utilizzare la musica come risorsa creativa, puoi partecipare al nostro prossimo corso di formazione in presenza che si terrà nel mese di giugno a Milano, o chiederci informazioni sulla formazione online che sarà disponibile a breve.

Ti aspettiamo!

A presto

Serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe anche interessarti...